seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » salute » Laboratori d'analisi e piano di rientro economico regionale: si fatica ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Laboratori d'analisi e piano di rientro economico regionale: si fatica a trovare un' intesa

Lucia Borsellino: "Sono disponibile a ogni confronto e a portare avanti ogni proposta ragionevole"

di Eva De Luca
salute | "Sono disponibile a ogni confronto e a portare avanti ogni proposta ragionevole - dice l'Assessore Lucia Borsellino, che ha convocato le sigle per oggi - tenendo presente che la Regione segue norme, sentenze e vincoli di bilancio, l'applicazione del tariffario e' dovuta". 

Lo sciopero di sette giorni dei laboratori d'analisi convenzionati, partito lunedì continua, dopo che la Regione Sicilia ha chiesto la restituzione retroattiva delle tariffe eccedenti rispetto a quelle previste dal fondo sanitario
Si prevedono di conseguenza tagli del personale. Il Bilancio regionale non prevede il reperimento di risorse per coprire le tariffe maggiori applicate fino ad ora dai laboratori convenzionati e caricare sul portafoglio dei cittadini le prestazioni sanitarie è una pesante responsabilità, specialmente in questo momento storico.
L'attuale Governo regionale, si è impegnato a mantenere invariato il tetto di spesa per il settore, malgrado lo Stato abbia riservato un budget inferiore. 

Gennaio 2013 - Tutto comincia all'inizio del 2013 quando un decreto dei Ministri della Salute e dell'Economia aggiorna le tariffe massime sia per l'assistenza ospedaliera che per la specialistica ambulatoriale. 
Le eccedenze sono a carico delle Regioni. La Sicilia e' sottoposta a " piano di rientro "la spesa sanitaria deve diminuire per cui non può avere tariffe più alte di quelle nazionali". 
È stato dunque istituito un tavolo tecnico con le associazioni di categoria riunitosi più volte con lo scopo di recuperare le spese eccedenti, ma anche di contenere l'impatto che avranno le minori remunerazioni. Sono al vaglio attualmente alcune ipotesi volte a risolvere queste incongruenze, auspicando però un dialogo a livello nazionale.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus