seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » salute » Soffri di emicrania? Hai un'alterata percezione del tempo ...
OkNotizie
 2 commenti  |  
A+ A-
 

Soffri di emicrania? Hai un'alterata percezione del tempo

Un recente studio ha scoperto gli effetti del mal di testa sulla cognizione temporale

di Eva De Luca
salute | Un nuovo studio ha scoperto che la capacità di valutare il passare del tempo e' compromessa in chi soffre di attacchi di emicrania.

Gli emicranici coinvolti nello studio, tendevano a sovrastimare la durata dello stimolo visivo quando era riportato in millisecondi e non in secondi, e, sebbene il meccanismo neuronale alla base di questa alterazione non sia pienamente compreso, si sospetta che ad esserne coinvolto sia il cervelletto. Una funzione alterata del cervelletto degli emicranici, porta ad una alterata percezione del tempi specificamente in millisecondi. 

Studi effettuati in Cina - Pubblicato a fine luglio 2012 su Headache, lo studio arruola pazienti con emicrania. Ai pazienti e' stato chiesto di stimare il tempo di una serie di stimoli visivi dati ad intervalli differenti in un range tra millisecondi e secondi. Il test dimostra che la stima temporale di 600 millisecondi e' una condizione compromessa negli emicranici, i quali sovrastimano la durata dello stimolo, ma quando l'intervallo e' più lungo (3 e 5 secondi) la capacita' di percepire il tempo resta normale. 

Condizionamenti giornalieri - La compromissione della valutazione del tempo può portare a valutazioni imprecise della durata di un evento, influenzando in tal modo, la vita di un individuo. 
I ricercatori puntualizzano che la percezione del tempo coinvolge diverse funzioni cognitive, inclusi percezione, attenzione e memoria. Alcune evidenze indicano che il cervelletto e' coinvolto nella temporizzazione: la sovrastima degli intervalli di tempo può rispecchiare un rallentamento del sistema tempo-cerebellare e quindi una compromissione funzionale del cervelletto degli emicranici.
 
Commenti (2)
scritto da Farmacista il 29-08-2012 08:01:50
 
Ahahah, interessante, chissà perché succede. Per fortuna non ho problemi di emicrania, ma alcuni pazienti mi raccontano di dover passare ore ed ore al buio e nel silenzio totale, con la nausea e dolori lancinanti...altro che calcolare il tempo! Di buono c'è che i farmaci per l'emicrania, i triptani, danno risultati soddisfacenti. P.S. Ancora una volta un articolo intrigante. ;)
scritto da giovanni il 02-09-2012 18:20:04
 
Grazie dell'articolo. Molto interesssante. Credo, amio avviso, sia stato centrato il problema. Grazie www.osteovoice.com
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus