seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » sport » Talamo e Coniglio: 'Ci manda la Sicilia' ...
OkNotizie
 1 commenti  |  
A+ A-
 

Talamo e Coniglio: 'Ci manda la Sicilia'

Si è svolta la seconda prova del campionato italiano enduro under 23/senior a Donoratico (Li)

di Salvo Longo
sport | La tanto attesa 2° prova dell'under 23, si è svolta ieri a Donoratico (LI)
Dopo una telefonata effettuata Sabato durante le verifiche, realizzo che l'entusiasmo dei ragazzi partiti dalla Sicilia è alle stelle. 
Mi raccontano di una prova cross test stupenda, realizzata su un prato paragonabile ad un tavolo da biliardo, con carregiate larghe da 10 a 12 metri e con un fondo morbido. Gli enduro test sono due per giro ed entrambi caratterizzati da tanto fango e pietre. 
Le aspettative sono quelle di una vera gara d'enduro, C.O." tirati" e trasferimento impegnativo al punto da non lasciare rifiatare i piloti neanche per un istante. 
Dopo la prima prova, la grinta dei piloti siculi si fa subito notare: Talamo (M.C. Biker's Palermo '09) malgrado una caduta che sembrava avere compromesso una buona partenza, ferma il cronometro con il miglior 3° tempo della sua categoria a soli 4" dall'inavvicinabile Conforti (dominatore assoluto di tutte le prove speciali). 
La gara di Alessandro è entusiasmante, rimane costantemente 2° in E2U innescando una battaglia personale con il forte Luigi Maule, portacolori di m.c. Trial David Fornalori. A circa sei ore dalla partenza, Alessandro per soli 5" lascia il secondo gradino del podio al suo forte rivale. Adesso, dopo la seconda prova l'obbiettivo del giovane pilota palermitano è chiaro... prendere le tanto attese tabelle verdi riuscendo a stare nei primi tre posti della classe. 
Chi invece, sorride sotto i baffi senza lasciar trapelare facili entusiasmi è l'esperto Antonio Di Benedetto che, costretto ai box da un fastidioso infortunio, non è in sella alla sua amata Husquarna ed allena Alessandro con l'obbiettivo di poterlo far crescere mentalmente, dedicandogli interi week-end tra fango, pietre e tanto sudore.

Un altro dei siciliani che non è di certo andato a "pettinar le bambole", è Ivan Coniglio (M.C. Sicilia Racing), che a sorpresa si presenta con la sua ex Rieju 50 cc rovinando i piani di chi se lo è trovato in categoria. Qualcuno, potrà pensare non ha vinto , ma in verità ha fatto di più. Ivan non guidava un 50 cc da ormai molti mesi, si tratta di una delle cilindrate più difficili da guidare: la poca potenza ti obbliga ad avere un profondo feeling con il mezzo e per questo il pilota deve fare sicuramente la differenza. Matteo Pavoni stravince la categoria, seguito da Coniglio che, dopo metà gara, riesce a battere Matteo Merli ed ottenere anche il miglior tempo in una prova in linea. Trasferta meno entusiasmante per Salvatore Giammona, che dopo il primo giro è costretto al ritiro a causa di un problema tecnico che lo costringe a fermarsi dentro la prova speciale. 
Gaetano Di Pace, finisce la gara al 14° posto a causa di 6' di penalità, preceduto nella classifica assoluta da Maurizio Occhipinti (M.C. L' Aquila 99) giovane siracusano, che sicuramente trarrà esperienza e velocità da questa sua nuova esperienza. 
Onore sportivo e meriti vanno ad altri siciliani come Giorgio Riccobono e Giuliano Giambruno che chiudono rispettivamente 2° e 3° di categoria al trofeo Testori.
 
Commenti (1)
scritto da francesco talamo il 25-03-2013 19:25:19
 
Tutti bravi ma per siciliani e ' sempre tutto piu ' difficile sicuramente per la distanza. Quindi due volte bravi in particolare a talamo (detto maciste) perché corre una moto del 2011 anche se a curarne gli acciacchi ci pensa il miglior meccanico del sud un certo salvo arcuri quando non gli girano le balle pero il valore aggiunto e ' senza altro il nuovo allenatore a. Di benedetto che con la sua esperienza compensa la irruenza del pilota . Ma il pi importane e ' senza dubbio, la mente, colui cheprovvede a tutto il nostro mentore, Francesco Gianbanco presidente del BIker s 09
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus